Come arredare casa. Le regole per non sbagliare

da | 5 Lug, 2024 | Interior Design, Ristrutturazione

Nel momento in cui si decide di comprare casa o di ristrutturare, tutti noi ci ritroviamo alla fine davanti al più bello e stimolante dei dilemmi: come arredare i nostri spazi. Ci sono molte persone che hanno le idee chiare e sanno già quale direzione seguire e altre invece che hanno bisogno di qualche ispirazione e idea.

Arredare una casa è più complicato di quel che può sembrare in un primo momento, motivo per cui molti si affidano all’esperienza di un architetto o di un interior designer che li guida e li consiglia durante questo percorso. Difatti arredare non significa solo scegliere il mobile nello stile che più ci rappresenta e ci piace, ma è un processo che si effettua con calma, senza fretta: è essenziale infatti procedere in maniera graduale pensando ai propri spazi, cercando di valutare quali possono essere gli angoli “difficili” trovando delle soluzioni per rendere anche questi delle zone funzionali e decidendo lo stile e i colori che caratterizzeranno la casa.

Ma come si può realizzare un buon progetto d’arredo senza sbagliare?

Per eseguire un buon progetto d’arredo il primo passo da fare è sicuramente quello di stampare una planimetria della propria abitazione così da aver chiara la distribuzione interna e visualizzare appunto tutti i possibili angoli “difficili”. Studiare prima gli spazi a disposizione permette infatti di ponderare le scelte evitando di fare acquisti frettolosi e sbagliati.

Come detto in precedenza, la scelta migliore è sempre quella di affidarsi ad un professionista del settore e noi di Restauriamo Casa possiamo sempre affiancarvi in questo delicato processo come dimostrano tutti i progetti eseguiti con successo.

L’obiettivo della progettazione di un interior design è quello infatti di creare ambienti funzionali caratterizzati dal giusto comfort, stile e design. Essi devono riuscire ad esprimere in modo chiaro i gusti e la personalità del committente.

Tuttavia non tutti vogliono essere seguiti da un interior designer, quindi, in questo caso, bisogna tenere a mente alcune regole fondamentali per non commettere errori.

Oltre agli spazi, è necessario capire lo stile di vita e i gusti del committente, che deve sempre essere in linea budget a disposizione e definire un “concept” cioè un filo conduttore che definirà lo stile di tutto il progetto.

L’illuminazione

L’errore più comune che solitamente si commette è quello relativo al sistema di illuminazione, che quasi sempre risulta errato e inadeguato e basato sui soliti punti luci posizionati al centro della stanza.

L’illuminazione in una casa è fondamentale ed è determinante sulla resa di ogni interno in quanto modifica la percezione degli spazi e dell’atmosfera, inoltre è la prima cosa che in nota non appena si entra in un ambiente, quindi va studiata in maniera oculata.

Per illuminare correttamente un ambiente bisogna agire su più fronti in contemporanea: 1. Prevedere una progettazione stratificata; 2. Studiare la giusta intensità luminosa e la corretta temperatura di colore; 3. Abbinare l’illuminazione allo stile che si vuole dare; 4. Non dimenticarsi mai dell’apporto della luce naturale.

Lo studio dell’illuminazione è un aspetto molto importante che meriterebbe un approfondimento ad hoc e quindi noi di Restauriamo Casa ci riserviamo di scrivere un articolo dedicato solo a questo aspetto, quindi continuate a seguire la nostra pagina dei “consigli” per rimanere sempre aggiornati.

I colori

Anche questi vanno scelti con criterio, con riferimento da una palette, evitando di averne pochi o troppi. Il colore è importante in quanto può anche essere utile per riempire un vuoto, per avere una zona scenografica o come abbinamento all’arredo.

Nella scelta dei colori bisogna valutare diversi fattori determinanti e doverosi per ottenere un risultato armonioso, bello e unico. Difatti i colori si sposano all’interno di un tutt’uno e questo tutt’uno viene dato dai mobili, i complementi di arredo, i pavimenti, le pareti, gli eventuali tessuti, le carte da parati, ecc.. che si fonde con lo spazio e la luce a disposizione: ogni tonalità di ogni elemento va scelta con cura perché ognuna di essa influisce sull’effetto finale.  

Una delle regole base è la regola dei 3 colori. Nella scelta dei colori e degli abbinamenti questa regola ci viene in aiuto e consiste nell’utilizzare per l’arredo 3 colori nelle proporzioni del 60-30-10. il colore principale che viene usato per pavimento e pareti è solitamente un colore neutro. Dopodiché si passa al colore secondario che va in contrasto con quello principale ed è solitamente un colore più scuro o più acceso ed è riservato ad elementi di arredo o ad una parete che si vuole accentuare. Infine l’ultimo colore, che occupa il 10%, è quello usato per dare un ultimo contrasto e si usa per pochi elementi di dettaglio.

Le informazioni sono tante e per non sbagliare bisogna tenere in considerazione molti elementi. Questo articolo rappresenta solo un breve riepilogo delle cose da ricordare quando si arreda una casa quindi ci è impossibile approfondire ogni punto. Dunque prossimamente, anche per il capitolo dei “colori”, faremo un approfondimento.

I mobili

Passiamo ora alla disposizione e alla scelta dei mobili. Questi devono essere disposti in maniera funzionale e devono essere proporzionati sia tra loro che con il contesto. Lo spazio va studiato, motivo per cui avere sotto mano la planimetria, come detto prima, sopra la quale disegnare l’idea di arredo può essere la carta vincente.

Un altro trucco è quello di simulare la disposizione interna sul pavimento vuoto, con l’utilizzo di nastro adesivo e cartoni, in modo da avere la disposizione finale e creare il colpo d’occhio necessario per avere il quadro finale.

La prima regola è sempre quella della funzionalità. Tutti gli arredi devono essere disposti in maniera funzionale e devono sin dall’inizio tener conto delle proprie esigenze, creando, se possibile, diverse aree funzionali.

Inoltre ogni elemento va disposto in maniera proporzionata ed equilibrata, evitando di riempire troppo gli spazi e creare situazioni soffocanti.

Un altra regola è quella di trovare sempre un punto focale.

Infine ricordate di non mischiare mai gli stili.

Lo stile

Lo stile è unico, rappresenta l’essenza della casa e rispecchia il nostro gusto e la nostra personalità. Non è possibile arredare rinunciando allo stile che si vuole ricreare.

Spesso la ricerca di una tendenza può creare inizialmente un po’ di confusione perché ci si ritrova di fronte alle cose più svariate. E’ necessario focalizzarsi su un’unica strada che si vuole seguire, evitando di mischiare più stili e magari trovando ispirazione in internet o in qualche rivista di settore.

In questa fase risulta essenziale avere un quadro d’insieme e può sempre venire in aiuto un architetto che con la sua esperienza può garantire una visione complessiva che a volte nel fai da te può mancare.

Non avere fretta

Come detto inizialmente la fretta non aiuta e potrebbe far cadere in alcuni classici errori, come quello di fare acquisti sbagliati, che non rispecchiano il tuo gusto e il tuo stile e di colori che spesso poi non si abbinano all’ambiente circostante.

E’ necessario far le cose con calma, programmare, scegliere con cura ogni elemento. Il processo di arredo di una casa si esegue una volta sola quindi è necessario affrontarlo con il giusto spirito, con piacere e anche divertimento, girando per i vari negozi, valutando e cercando ispirazioni.

I complementi di arredo. I quadri

Occorre porre particolare attenzione anche ai complementi di arredo che sono a tutti gli effetti un’estensione della nostra personalità e del nostro gusto.

Ecco che in quest’ottica rientrano a pieno titolo e ne sono quasi padroni indiscussi “i quadri”, in tutte le loro forme, tipologie e dimensioni, siano essi dipinti a mano, stampe, e così via. Arredare un ambiente con le immagini riesce a trasmettere sensazioni uniche, racconta una storia ed è simbolo di un’emozione che pochi altri elementi riescono a comunicare.

Tuttavia arredare con i quadri non è facile e la sua scelta va contestualizzata all’interno dell’ambiente in cui si colloca, motivo per cui è sempre meglio affidarsi ad un interior design. Difatti è bene calibrare i colori, la posizione in cui collocare l’opera e la dimensione stessa all’interno dello spazio circostante.

Quadri del pittore Christian Bergantin in esposizione presso il nostro Showroom in via T. Aspetti 111 a Padova
Quadri del pittore Christian Bergantin in esposizione presso il nostro Showroom in via T. Aspetti 111 a Padova

Per noi di Restauriamo Casa l’aspetto artistico in una ristrutturazione e in fase di realizzazione di un progetto di interior design è di primaria importanza. Prestiamo particolare attenzione all’arte e ci teniamo a far conoscere gli artisti locali e le loro opere, che spesso ospitiamo all’interno del nostro Showroom.

Conclusioni

Noi di Restauriamo Casa offriamo la massima professionalità acquisita nel corso di anni di esperienza, mettendo sempre impegno e passione e garantendo ottimi risultati finali. Inoltre le nostre competenze ci permettono di svolgere un’accurata analisi dello stato di fatto e di proporre al cliente le soluzioni migliori guidandolo nella scelta delle finiture e dei materiali in modo da raggiungere l’obiettivo nel rispetto del suo budget.

Se hai intenzione di ristrutturare e/o riqualificare energeticamente la tua casa a Padova e Provincia affidati agli esperti di Restauriamo Casa.

Altre novità dal blog